Radio Fante


Da un Amico dei Lupi
ottobre 22, 2012, 4:47 pm
Filed under: Uncategorized

Buon giorno,

Mi chiamo Filippo Mosti e da poco ho scoperto il Vostro sito e visto il mio particolare attaccamento ai “Lupi” ho deciso di scrivervi ciò che per me hanno significato.

Premetto subito che non ho svolto il servizio di leva presso il 78°, ma abitandovi molto vicino ed avendo avuto sempre una passione innata per la vita militare, ho avuto molto presto l’occasione di entrare precocemente in contatto con questa.
Infatti da bambino, avevo cinque anni, mio babbo mi portò a visitare la caserma dei “Lupi” in occasione della festività del IV Novembre; da quel giorno ogni anno ho atteso quella data come si aspetta il Natale!E quanto tempo ho passato a salire e scendere dall’M47, dall’M113  e da ogni altro mezzo presente!Nelle sere d’estate dalle finestre aperte di casa mia entrava il suono della ritirata e l’ululare dei lupi e l’Io bambino desiderava essere li…
Per non parlare del ricordo del sapore della cioccolata calda fatta nella cucina da campo e offerta ai bambini senza limitazione insieme alle gallette (della ditta CRICH!) e che mi portavo a casa nella loro bella e per me affascinante confezione verde oliva… e quel sapore sarebbe tornato a me nella sua realtà, anni dopo, quando fui chiamato alle armi.Quando questa giunse mi portò ad Arezzo presso il 225° (2°scaglione 1995) e successivamente a Firenze, ma haimè non alla Gonzaga, bensì all’IGM dove dopo aver coseguito le patenti militari restai in forza per un mese circa.Successivamente,su mia richiesta venni trasferito al 27° Groppo Sqd. AV.ES. “Mercurio” sempre a Firenze, vista la mia passione per il volo; di fonte a questa mia richiesta il Com.te del Reparto Comando IGM, mi guardò un po’ strano dicendomi che dove andavo avrei svolto tutti i servizi di guardia e di caserma, cosa da cui in qualità di conduttore automezzi ero praticamente sollevato e che all’IGM sarei stato meglio; ma io non cambiai idea e lui facendo spallucce acconsentì al mio trasferimento.E qui la mia storia si riallaccia ai Lupi a distanza di anni dalla mia fanciullezza, perchè nella caserma presso l’aeroporto di Peretola non c’erano posti branda sufficienti per tutti i militari di leva e quindi una parte di noi,me compreso, presero alloggio proprio alla caserma Gonzaga!
Fu come tornare indietro nel tempo: ritrovai la “mia” caserma, i “miei” lupi nella loro gabbia, insomma fu come aver coronato il sogno da bambino!
Ma per mia sfortuna di li a poco le cose erano destinate a cambiare visto che i il 78° era in via di dismissione; e così successe: fu sciolto il 78°, se ne andarono i lupi  e la loro gabbia rimase per me malinconicamente vuota.Rimase solo la caserma che i nuovi “inquilini” della Folgore ci fecero girare per intero con gli armadietti sulle spalle perchè man mano che prendevano possesso della struttura, noi del 27° eravami costretti  a traslocare il posto branda; così ebbi modo di fare una cosa che forse nessun “Lupo” ha mai fatto: quella di avere il posto branda e di dormire in tutte le palazzine della caserma, I,II,III Compagnai, CCS, plotone mortai e armi di sostegno.Se la memoria non mi inganna…
Oggi,con i Lupi sciolti definitivamente e con la Gonzaga abbandonata a se stessa, io che ci passo davanti ogni giorno, non posso fare a meno di girarmi per guardarne l’ingresso ormai vuoto senza il Tricolore issato e ripensare a tutti i giorni passati in cui tutto era diverso e vivo;ogni volta che vi volgo lo sguardo sono sempre un po’ più triste,come un bambino con un sogno svanito…
Filippo Mosti

2 commenti so far
Lascia un commento

Buongiorno Sig Mosti io sono solo una signora (oddio signora) una donna che ha letto casualmente la sua testimonianza via Internet.
Le auguro di cuore che la Sua Caserma sia riattivata da qualche corpo militare Italiano e che la possa vedere rivivere con il suo Tricolore issato…perchè il suo sogno di bambino possa sorriderle di nuovo.
Architetto Magnoni Elisabetta

Smuova mari e monti e la faccia rivivere!!!

Commento di Elisabetta Magnoni

Complimenti Filippo, grande e commovente testimonianza.Un apprezzamento per la dott.sa Magnoni.

Commento di claudio




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: