Radio Fante


Ricordi dell’Operazione Vespri Siciliani : 1 agosto 1992.
agosto 27, 2009, 7:27 am
Filed under: Uncategorized | Tag: , , , ,

Eravamo alla metà del mese di luglio, 19/07/1992, quando successe il massacro di via D’Amelio a Palermo con l’uccisione del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta. Ci fu detto che dovevamo partire per la Sicilia con il compito speciale di operare a fianco delle forze dell’ordine (l’esercito non ha poteri diretti di ordine pubblico). Fu un incarico improvviso e nuovo per noi a cui non eravamo preparati, ma ricordo che furono subito organizzate, in caserma, simulazioni di posti di blocco per prepararsi alla missione.

Comunque nel giro di 10 giorni eravamo già dislocati a Sciacca (AG), presso la ex scuola di agraria sui colli del paese. Questo ci ha permesso di risiedere in una struttura in muratura piuttosto che in un campo di tende militari.

Come al solito, i “Lupi di Toscana” sono sempre i primi a partire.

Faccio un passo indietro.
Inizialmente non dovevo partire. Poi 2 giorni prima della partenza del primo nucleo, il Mar.llo M. della Prima Compagnia mi comunica che avrei fatto parte della missione. Sul momento presi male la notizia, anche perché di parlava di coinvolgere solo “volontari”. Con il senno di poi, posso dire che sia stata una delle esperienze piu’ belle della vita militare e non solo.

Portiamo tutti i mezzi al porto di Livorno per l’imbarco su un traghetto civile e ritorniamo a Scandicci. Il giorno dopo andiamo a Pisa alla 46° Aerobrigata e partiamo per Catania. Alcuni militari partono con un volo civile, io ho avuto la fortuna di partire con un C 130. Ancora adesso ho il rammarico di non aver potuto fare delle foto.

Siamo accompagnati a riprendere i nostri mezzi imbarcati a Livorno, che erano giunti al porto di Messina, e poi in serata, tutti incolonnati giungiamo alla Caserma Brutto di Catania, dove alloggeremo. Ci portano in un androne e un tenente ci disse di non abbandonare il fucile. “Dormiteci insieme !!!“ disse con aria un po’ provocatoria.

Io avevo il caricatore pieno e pensai che se fosse venuto qualche imbecille a dar fastidio gli avrei fatto vedere qualche  tracciante.
Ero oggettivamente un po’ su di giri.
La mattina dopo riprendiamo i nostri mezzi e in colonna raggiungiamo Sciacca.

La cosa bella è che quando eravamo in autostrada, le auto civili che ci sorpassavano,  ci salutavano in maniera amichevole. Questo semplice gesto mi ha fatto molto piacere, perché ci faceva sentire utili, quasi come dei salvatori,  e se non altro qualche cosa di buono l’abbiamo fatta.

Giunti alla scuola di agraria, io ed altri compagni montiamo la tenda , e quella diventa l’ufficio dell’ autosezione dove, poi avrei dormito.Tutto sommato sono stato bene. Avevamo anche il telefono da campo, quello che per funzionare  ha bisogno della manovella di carica . Docce all’aperto e via..

L’unico rammarico che ho è che ho partecipato all’operazione “Vespri Siciliani”, un po’ ai margini delle attività sul campo, perché ero scritturale dell’autosezione. I miei compagni erano in “prima linea”a fare guardie e posti di blocco.

Ricordo con piacere che in città siamo stati accolti a braccia aperte.  I primi giorni di libera uscita era quasi difficile pagare i conti nei locali. Quando l’intero Battaglione si muoveva in libera uscita, essendo Sciacca in una piccola città di villeggiatura, creava un po’ di disagio, ma tutto sommato siamo stati accolti con grande gentilezza. Noi eravamo i primi reparti impiegati a Sciacca per i Vespri Siciliani e rappresentavamo una novità anche per i civili.

Come detto ero in una tenda, all’inizio della scuola di agraria, in un campo adibito a parcheggio. Vicino a noi c’era la tenda officina gestita dal Mar.llo C., un vero amico. Quando veniva a trovarci diceva sempre : “Lucià,  ci facciamo un caffè ?” e questo non era gradito al Mar.llo M. che disapprovava. Tuttora, quando incontro C.  mi ricorda questo aneddoto.

Poi c’era Alessio un ragazzo del posto che veniva a trovarci con la sua vespina bianca. Siamo diventati amici e piu’ volte ci portava panini imbottiti di una bontà unica. Mi piacerebbe rivederlo..

I miei “Vespri” sono stati un po’ ai margini delle operazioni di ordine pubblico, alcuni volte un po’ noiosi, ma tutto sommato un’esperienza molto positiva.

Ci furono anche dei piccoli incidenti, con 3 o 4 spari con varie armi dalla 34 all’ MG42. Colpi partiti accidentalmente, per fortuna, e senza conseguenze.

L’episodio piu’ buffo (si puo’ dire così  perché non è successo niente)  fu quello dell’MG montato sul VM. I colpi partirono lungo la salita che portava all’uscita della scuola di agraria, dove si trovava la tenda dell’ufficiale di picchetto, occupata nell’occasione da S.M M. e dal M.llo C..

Una buca imprevista, il mitragliere perde l’equilibrio e parte una raffica dall’ MG. Nella tenda dell’Ufficiale di picchetto C.  vede il s.M M. buttarsi a pesce per timore di essere impallinato.

Con il senno di poi, tutto si risolve in una bella risata ed un sospiro di sollievo, ma  sul momento una grande paura per tutti.

Dopo circa 40 giorni dal nostro arrivo giunge il momento del ritorno a casa . Smontiamo tutto l’apparato logistico e in colonna ci dirigiamo verso Palermo. Nella prima AR  c’è il Cap. R., nella seconda io con il Ten P.  e dietro tutti gli altri mezzi. Con noi , durante il viaggio  c’erano 2 elicotteri di scorta un AB 206 e un AB 212. Dopo punta Raisi,  attraversiamo il tratto di autostrada vicino a  Capaci.

Nell’auto cala il silenzio. Tutto è nuovo, asfalto nuovo, guard rail luccicante, è il luogo in cui pochi mesi prima era stato ucciso  il giudice Falcone con la moglie e la scorta. Noi eravamo stati in Sicilia anche per loro.

Quasi arrivati al porto di Palermo, l’ AR 76 del Cap. R.  va in “panne”. Vedo che il Capitano si sbraccia dal mezzo dicendo : “Spingi, spingi….” Sono perplesso e chiedo al Ten P.  : “ Cosa vuol dire spingi ? Cosa facciamo ?” Lui semplicemente mi dice: “ Spingi vai, tanto siamo quasi arrivati.” E io ho spinto.

Se penso agli occhi sbigottiti della gente che stava guardando la spinta “provvidenziale “della mia AR 76  su quella a capo della colonna, mi viene ancora da ridere.

Ma purtroppo in situazioni di emergenza bisogna arrangiarsi, e poi l’obbiettivo è stato raggiunto e siamo riusciti ad arrivare regolarmente al porto per l’imbarco.

Questo è un ricordo scritto dopo circa 17 anni dai fatti, ma è sempre vivo come se fosse accaduto ieri.

Viva i Lupi di Toscana
Luciano Daniele 9° 1991 1a Compagnia


53 commenti so far
Lascia un commento

Mitico….io c’ero….
8° 1991 1a Compagnia

Commento di Daniele

Anche io ero a Sciacca. Dal 2/8/1992
Ho sempre vivo il ricordo degli intensi giorni sotto il solleone siciliano.
Di quel periodo i momenti meno belli tendono a scomparire, mentre, a quasi 20 anni dal nostro sbarco mi tiene tuttora compagnia il caloroso senso di aver avuto la fortuna di vivere con tutti voi che c’eravate un esperienza unica.
Saluti a tutto il branco.
Petrus 8/91

Commento di David Petruzzi

A me (5° ’92) purtroppo è toccata la destinazione successiva: Gela, la più ostica (e delicata).
41 giorni di guardia al Maxi-Processo alla mafia; 4 ore di giubbotto antiproiettile,elmetto kevlar indossato, 2 caricatori + 1 nel FAL e un bel po’ di tensione; ovviamente, dito sul grilletto.
Per fortuna non abbiamo dovuto reagire ad alcuna minaccia; non vorrei pensare alle conseguenze…
Ogni tanto ci “distraevamo” con pattuglie e posti di blocco con i Carabinieri.
Nonostante tutto – anche l’ignobile tendopoli sotto i miasmi della raffineria – il ricordo è bello, specie di quei vecchi, sicilianissimi e gentilissimi che – al contrario dei giovani – ci offrivano caffè e cannoli e ci apprezzavano.
Simone72

Commento di simone72

ciao simone72,eri dei lupi?

Commento di giacomo

Certo, 3a cp. “Tenebre”, assaltatore, radiofonista e pilota carri.

Commento di simone72

anch io sono stato impiegato per l operazione vespri siciliani,onore e gloria a tutti i militari che hanno fatto il loro dovere..

Commento di assi76

A breve le memorie sui Vespri Siciliani saranno integrate da un interessante articolo tratto da Epoca dell’agosto 1992, con alcune belle foto di Lupi in azione .

Commento di 78lupiditoscana

anchio c’ero 7 sc 92 5°rgt aosta messina !barcellona .patti .palermo .capodorlando.scota al giudice bertone a giardini naxos. saluto tti i miei compagni

Commento di salvatore

salve, mi ha fatto molto piacere scoprire questo sito e vedere che tanti condividono le mie stesse emozioni riguardo ai Vespri. Io ero un Lanciere di Novara, fummo là dal luglio al settembre 1996 a Caltanissetta (località Pian del Lago, e avevamo uno squadrone aggregato del Genova Cavalleria a Gela), e mi sembra di ricordare che nel turno prima di noi ci fossero stati proprio i Lupi di Toscana. Ciao!

Commento di andrea

Io c’ero…1/92 66 BTG FORLI. il nostro campo fu invece a Portempedocle…Salutoni a tutti i vecchi amici…..OSANDO VINCO!

Commento di Mauro

ho fatto parte della missione vespri siciliani,ero ragazzo,come tanti altri miei compagni commilitoni.La notte del 20 luglio 1992 in caserma ci fu un gran movimento, ci hanno svegliati e portati giu’ in armeria,consegnandoci armi giubotti anti schegge e elmetti,ci caricarono sugli ACM con destinazione ancora sconosciuta.
Quella notte ci scaricarono in gruppo di 5 in posti consiterati sensibili dove abitavano magistrati importanti a rischio di vita.Alcuni dei miei compagni sono stati portati nel cimitero dove era seppellito falcone, e alcuni in un posto dove c’erano le auto del magistrato morto.Era guerra!E non nascondo che avevo un po paura,c’erano pattuglie da tutte le parti con fucili spianati.Gli ordini erano chiari nessuno poteva oltrepassare la linea di confine delimitata dai militari,nessuno poteva posteggiare l’auto in quel posto.Palermo era sotto assedio per una causa giusta.Si girava in citta’ armati con i caricatori del mitra inserito,cosa insolita per un normale militare di truppa.Cosa insolita anche per i palermitani che passeggiavano in citta’, ma devo dire che la popolazione non era disturbata da tutto cio’ anzi la gente ci ha accolti con molto rispetto ringraziandoci per quello che stavamo facendo.

Commento di antonio

facevo parte del 3squadrone carri della cascino,caserma impegnatissima nella missione vespri siciliani,la prima ad essere chiamata il pomeriggio del delitto borsellino. chi si e’ trovato sul posto racconta di aver visto la distruzione in persona di cose e persone.

Commento di antonio

Anche io ho partecipato ai Vespri Siciliani nel mese di maggio e giugno 1993 a Gela, facevo parte della caserma 17° Reggimento Fanteria Aqui Sora. E’ stata una bella esperienza di vita, saluto tutti i miei compagni commilitoni ciao.
Dario Barone ( Sciacca )

Commento di Dario

salve sto cercando il 2 scaglione 1992 compagnia trani massimo

Commento di massimo

anche io ho fatto parte a questa missione , 4 sc. 92 siamo stati a gela sotto la raffineria.comunque è stata una bella esperienza.saluto tutti i miei compagni .facevo parte del 17 reggimento fanteria meccanizzata acqui.io ero pilota carri, e anche autista.un saluto a tutti ciao.

Commento di salvatore

Un ciao a tutti i Lupi, che come me hanno vissuto l’esperienza dei Vespri siciliani.
Esperienza certo indimenticabile come del resto anche tutte le altre, sicuramente questa operazione fu per l’epoca molto sentita e partecipata, tanti ricordi e aneddoti mi porto con me come credo ognuno di noi. E’ sicuramente bello poter rivedere a distanza di 20 anni persone, luoghi e momenti che ci portiamo dentro il cuore .
Per sempre LUPI DI TOSCANA.
Un grande saluto a tutti i Lupi della 1° Compagnia ALBA .
Massimiliano Baldo 8/91

Commento di Massimiliano Baldo 8/91

8/91
3 compagnia.
presente allo sbarco.

rick

PS
un saluto particolare a Massimiliano Baldo.

Commento di Cursus Honorum

Leggere i tuoi ricordi Daniele è stato come un salto nel passato. Ero un 8/91 ed ho partecipato anch’io a quell’esperienza bellissima ed indimenticabile dei “Vespri Siciliani”. Oggi la racconto a mio figlio con orgoglio,
A distanza di anni posso dire che è stato un onore far parte dei “Lupi” e mai dimenticherò le esperienze vissute (vi ricordate dei vari “campi” fatti in tutta Italia e la “Farfadet” in Francia con gli altri eserciti europei ??).
Un saluto a tutti i Lupi !!
Marco Diomedi – Civitanova Marche

Commento di Marco Diomedi

Tu dove eri che il non mi è tornato in mente.

Commento di Daniele

Ero un autista ed il Sicilia mi era stato dato il compito di “autista del comandante”. Ti ricordi di Vincenzo C. ? Devo dire che non è stato semplice…..era un tipo molto “operativo” e ci portava spesso a fare dei sopralluoghi in posti non proprio tranquilli, per così dire !!
Mi ricordo ancora della prima sera in cui siamo arrivati a Sciacca: siamo andati in perlustrazione ed al rientro verso la scuola dove dormivamo una macchina ci ha superati e si è messa di trasverso di fronte alla mia A.R.
Ricordo come se fosse ieri che abbiamo subito pensato ad un’imboscata e ci siamo buttati di istinto giù all’interno della macchina.
Poi dopo qualche secondo siamo scesi di corsa, abbiamo preso i 3 ragazzi all’interno della macchina e tenendoli sotto tiro abbiamo chiamato i Carabinieri.
Ti assicuro che con l’adrenalina che avevo, se il ragazzo che tenevo io avesse fatto solo un movimento, gli avrei sparato……e sicuramente mi sarei rovinato la vita.
Comunque è andata bene.
E di situazioni come questa me ne sono capitate diverse.
Comunque non rimpiango niente.
Ancora oggi ho un ricordo stupendo della Sicilia e soprattutto della brava gente siciliana.

Commento di Marco Diomedi

10°/93 operazione vespri siciliani Gela da maggio a luglio 1994, 90 giorni intensi e indimenticabili. Sempre e solo LUPI! Un caro saluto a tutti! Gabriele74

Commento di Gabriele

salve ..chi conosce Dario Marrone era caporal maggiore e venne a caltanissetta

Commento di pina

salve, di che scaglione era? in quale periodo? in quale compagnia ha operato?

Commento di Gabriele

9/92 da marzo a giugno con il 130″btg meccanizato con campo a Agrigento favara quelli de plotone RR Guerrini michele

Commento di guerrini michele

ANCHE IO HO FATTO PARTE ERO 1/92 SORA E STAVO A CALTANISSETTA PRIMA COMPAGNIA FUCILIERI CAPITAN CATALDI VE LO RICORDATE IO ERO AUTISTA UN SALUTO A TUTTI

Commento di MASSIMILIANO PARIS

Come voi cari colleghi anch’io ho partecipato alle operazioni “Vespri Siciliani” ero 8°sc92 appartenente alla caserma E.Sommaruga(ct)incarico 30\A,impegnato presso tribunale di Caltagirone, tribunale di Marsala,nell’abitazione del ten.dei CC,un magistrato di Marsala,in un magistrato di Catania, ecc… e sono veramente orgoglioso del servizio svolto ma fino adesso nessuna gratifica e riconoscenza da parte dello Stato.

Commento di Maurizio Di Benedetto

Io i vespri a Gela con il 4′ reggimento carri di civitavecchia a fine 93 (è incredibile, non si trova nulla su internet delll’esperienza del reggimento in sicilia..resta solo la memoria di chi c’era!) maxiprocesso alla mafia della zona, attenzione massima, per me chiunque si avvicinasse era un potenziale nemico.. ore di giubbotto antiproiettile, i chili di peso del FAL e di 2 caricatori. poi io portavo anche un coltello (stile rambo :-D) sotto il giubbotto e uno negli anfibi più piccolo, nell’ipotesi di corpo a corpo o cose simili😀 .. quando si è ragazzi..
ero operativo per scelta volontaria… pensate che mi avevano messo nella tenda spaccio (alloggiavamo in tenda sotto il petrolchimico.. scelta discutibile dell’esercito farci respirare 50 giorni quella robaccia..), andai dal comandante a dirgli “comandante io non sono uomo da tenda ma d’azione, voglio fare la guardia!!”, e mi trovai immediatamente in strada davanti al tribunale di gela e a fare posti di blocco e simili.. avevano bisogno di operativi.. quindi mi accontentarono subito!
una volta a un posto di blocco trovammo nel bagagliaio di uno fermato, un cane incaprettato..
quei 50 giorni della mia vita sono una bellissima esperienza, molto formativa, trovo che sia stato un errore eliminare il servizio militare, anche se andava sicuramente ridotto, magari a 6 mesi.
ciao.

Commento di Enrico

Grazie Enrico per la testimonianza. A presto.
Lupi !!

Commento di 78lupiditoscana

C’ero anchio ai vespri, 10 sca del 94, 66fanteria trieste di forli’.
Ricordi indimenticabili e di vera esperienza, io e i miei compagni
Eravamo accampati a termini imerese, in una fabrica.
Ogni giorno prendavamo il treno che ci portava a palermo con il nostro giubbotto anti schegge e l’inseparabile AR 70/90.
Guardie vicino alle abitazioni dei magistrati, pattugliamenti, posti di blocco in supporto ai carabinieri, questo era il nostro compito.
Personalmente avevo l’adrenalina a 1000, ero contento di quello che facevo, un saluto a tutti i miei compagni di avventura,
…esperienza unica che portero’ con me per sempre, solo chi la vissuta puo’ capire.

Commento di Gianluca

e si e stata un esperienza bellissima, ero anche io la con i miei compagni 3 sca 95……..manigrasso francesco

Commento di francesco manigrasso

Che bello quanti ricordi. …io facevo parte del 6º scaglio 1992 caserma reggimento Cascino Lancieri D’aosta..quante guardie fatte nei vari obiettivi così li chiamavano posti di blocco insieme a altre forze dell’ordine e rastrellamenti nelle autostrade sotto i ponti per intenderci. …son passati quasi 23 anni ma sembra ieri. ..mi ricordo ancora le guardie fatte al cimitero protegiavamo la cappella del magistrato Borsellino tra cui passai la notte di Natale non si può dimenticare quella notte fredda e interminabile…alla fine un’esperienzappositiva che mi ha fatto molto crescere.

Commento di Giuseppe maurigi

caro giuseppe notte di natale al cimitero i rotoli indimenticabile e non solo io li ho girati tutti gli obiettivi a rischio .anche io 6 scaglione 92 esperienza che non si puo’ dimenticare molto facilmente

Commento di giovanni impellizzeri

Vespri che esperienza….non si possono dimenticare facilmente..comunque spero sia servita a qualcosa… Per sempre lupo 2/92

Commento di Massimo Dadomo

io cero 66 battaglione forli .ero porto empedloche se avete foto mandatele saluto tutti i commilitoni👍👍👍👍

Commento di Fabrizio

Foto 1sc.1com 1992

Commento di Fabrizio

3/96 Battaglione Salento 2 compagnia “diavoli” in Barletta. Con il 7 mo Bersaglieri di Bari. Il genio guastato di Caserta i Carristi di Altamura il 131 mo carri di Foggia . . . Partiamo per Catania. Per il cambio ai regaz della Sassari. Che esperienza. Si aveva Vent anni. Che ricordi

Commento di erri

che ricordi e che emozione….esperianza bellissima…..anch’io ero li ….8/91 lupi di toscana e sinceramente ero li anche quando hanno sparato accidentalmente con l’mg…ero di guardia sul tetto dell’edificio all’uscita della scuola…credo che i proiettili mi sono passati a 10/20metri di distanza…comunque bel articolo e….grandi ragazzi…siamo stati mitici…e quante belle ragazze a sciacca….!!!!!

Commento di marco del bello

Ciao tu in che compagnia eri? Non mi ricordo del tuo nome. Io ero in 1 Cp con il ten. Borghesi.

Commento di daniele luciano

Anche io c’ero 10/sc/92. 66°rgt Forlì

Commento di Fabio brancato

ccs capo stecca 8/91 con il cap.R… In sicilia, visto che il mio incarico in caserma era carrista mi avevano collocato come capo arma mg…in pratica mi divertivo sopra il VM… Il cap.R.grande persona…Mi aveva preso a ben volere visto che in tutto il periodo di naia gl’ne ho combinate di tutti i colori…Mi ricordo come fosse oggi..il giorno prima della notizia della partenza mi aveva firmato l’ok x i 10 giorni di licenza straordinaria da fare i primi d’agosto…il giorno dopo con il sorriso in bocca me l’ha strappata dicendo che dovevamo partire…porcavacca….

Commento di marco del bello

Ciao Marco……vecchio lupo della provincia di AN !! Come ti va la vita ?? Quante ne abbiamo passate in un anno……ricordi stupendi!! Se non mi sbaglio io e te abbiamo cominciato insieme a Trieste……giusto?? Un caro saluto da Marco di Civitanova.

Commento di marco diomedi

Ciao Marco….si mi ricordo benissimo di te…e’ vero abbiamo iniziato la ns avventura a trieste…tutto bene grazie…mi fa’ molto piacere sentirti e sinceramente mi fa’ molto piacere ricordare quei bei tempi trascorsi assieme….Te tutto ok?

Commento di marco del bello

Si, tutto ok………solita vita….lavoro, famiglia, ecc. A mio figlio racconto spesso delle nostre avventure……..sono riuscito a trovare in rete anche dei video della Farfadet che abbiamo fatto in Francia. Tu eri venuto ?

Commento di marco diomedi

no in quella no…anzi mi sembra di ricordare che in quel periodo ero di guardia alla polveriera…strano…… visto che di guardie in polveriera ne ho fatte poche…se non ricordo male almeno 5/6 in tutta la mia permanenza ovvero 5/6 x 7giorni =42 giorni + 5/6 campi + i vespri piu’ una 50 di guardie in caserma…. a pensarci bene meta’ del tempo l’ho passato fuori dalla caserma gonzaga…… 😉 che figata….
Veramente mi fa’ molto piacere parlare di questa bella esperienza e sinceramente anche se ci siamo fatti un po’ il culo (be’ sinceramente io in caserma ero abbastanza imboscato) alla prima occasione che capita di parlare con amici o parenti del servizio militare lo faccio sempre con grande passione e gioia…pensa che figata riuscire a fare un raduno di tutto il ns. scaglione!!!

Commento di marco del bello

In tutti questi anni sono rimasto in contatto con alcuni ex commilitoni con cui ci incontriamo ogni anno con le nostre famiglie……..non so se ti ricordi di Emiliano La Mendola, Nicola Giusti, Gennaro Carosella, Antonio Mariani e Luigi Gavazzi. Se ti fa piacere al prossimo raduno te lo faccio sapere!!

Commento di marco diomedi

Ciao Diomedi ma tu eri autista? Io ero con Cantini e Stefanini in autosezione in fureria.
Ho visto che hai elencato diversi nomi che mi suonano famigliari.

Commento di daniele luciano

si certo..specialmente antonio e luigi..Antonio e’ di roma mentre luigi mi sembra che sia di jesi… Giusto? Comunque si mi farebbe piacere…..

Commento di marco del bello

Esatto….sono proprio loro!! Ti farò sapere per il prossimo raduno. Ciao…..a presto !!

Commento di marco diomedi

Ciao Daniele, esatto ero un autista come gli altri ragazzi di cui ho scritto (tranne Gavazzi). Quindi tu combattevi ogni giorno con il nostro maresciallo !!

Commento di marco diomedi

Sì un uomo veramente viscido per certi aspetti. Se ti vedi con gli altri ragazzi mi farebbe piacere anche a me di incontrarvi. Siamo anche su Facebook con la pagina della associazione.

Commento di daniele luciano

Al prossimo incontro che faremo ti informerò su questa chat. Ciao.

Commento di marco diomedi

Grazie mille se non ho problemi ci vengo sinceramente. Intanto di anticipo che il 13 novembre prossimo c’è il raduno dell’ associazione alla caserma Predieri dove abbiamo portato il nostro monumento.

Commento di daniele luciano

Martini fabio 7 scaglione 92 ero ad Agrigento a porto empedocle e Lampedusa alloggiato in una fabbrica dismessa dell’agrimont esperienza incredibile …. Mi piacerebbe tantissimo sentire qualcuno che ha condiviso con me quel periodo …..

Commento di Fabio




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: